E-commerce, come funziona il mercato del futuro

Dinamiche e vantaggi di un sito e-commerce

Non è un caso che l’e-commerce generi circa 2,5 trilioni di dollari l’anno: le piattaforme per la compravendita online si configurano come la piazza del futuro, uno spazio commerciale di immensa portata e costantemente raggiungibile. Ma la peculiarità dei canali sfruttati dall’e-commerce non lo esonera dalla sete di visibilità cui tutto il web è soggetto; scopriamo meccanismi e processi della vendita online.

Perché e come creare un sito e-commerce per iniziare a vendere online

Nel pieno dello sviluppo digitale odierno, sono all’incirca 25 milioni gli italiani che acquistano online – numero sicuramente in crescita, visti i continui progressi nell’ambito del marketing for e-commerce.
La motivazione principale di tale imponente crescita trova riscontro nelle affermazioni della maggior parte degli utenti, i quali tendono a giustificare i propri acquisti in rete riconducendoli alla mancanza di tempo: un’impossibilità più che mai reale di raggiungere fisicamente i negozi o attendere la disponibilità degli articoli; studio, nuovi ritmi di lavoro e alcune ore, poche, destinate al tempo libero costringono ai cosiddetti acquisti One-click in rete. Lo shopping non è più mera comodità dunque, ma una risposta all’urgenza di acquistare o rifornirsi laddove il tempo è assente.

Comprare online

Tra i settori più in crescita, quello alimentare e dei prodotti per la casa.

Chiunque disponga o gestisca già un’attività commerciale in questi settori, può munirsi di una buona piattaforma e-commerce e costruire il proprio negozio online. Si tratta di una procedura una procedura particolare che comprende, fondamentalmente, sette aspetti principali:

  1. Trovare una piattaforma digitale. Non una qualunque, è necessaria una piattaforma che possa essere in grado di supportare gli affari che prevedi per il tuo business.
  2. Dotarsi del personale necessario, dal responsabile del progetto e della gestione del sito web a colui che smista le merci depositate nel magazzino.
  3. Munirsi di un magazzino e stabilire aree e tempi di consegna chiari e precisi.
  4. Adottare un sistema di e-mail automation che possa dare il benvenuto, informare su nuove offerte, e altro, il cliente.
  5. Informarsi sull’attività SEO e sulle keyword, così da poter ottimizzare il sito web al fine di migliorarne il posizionamento nei risultati organici dei motori di ricerca.
  6. Proporre un servizio clienti in grado di rispondere adeguatamente alle domande, alle richieste e ai problemi riscontrati dagli utenti.
  7. Sviluppare una strategia di Social Media Marketing.

Dopo aver proceduto alla realizzazione dello store online, è necessaria continua manutenzione e gestione delle risorse, di modo che il sito sia costantemente aggiornato e non restituisca errori durante la navigazione.

Come gestire e perfezionare un sito e-commerce

Gli elementi a cui dedicare maggiore attenzione in fase di ottimizzazione sono essenzialmente tre: fotografia, descrizioni e un check-out facile e sicuro. Gli elementi visuali, di cui fanno parte fotografia e grafiche, rappresentano con estrema potenza ed efficacia il prodotto commercializzato.Si prenda ad esempio queste foto realizzata dal food-blogger TheHappyEncounter.

Oggettivamente, la voglia di gustare o ricreare i piatto si genera naturalmente nelle menti dei lettori, i quali acquistano i prodotti utilizzati per la realizzazione del piatto – e lo fanno online, molto probabilmente. Inoltre, le fotografie sono ciò che più ci piace condividere, soprattutto su social media quali Instagram e Pinterest. Di conseguenza, crearsi un account e postare con frequenza immagini curate, di buona qualità e riguardanti prodotti trendy è sicuramente un’ottima strategia di marketing, un eccellente mezzo di pubblicizzazione dell’attività creata.

Anche le descrizioni devono attrarre il cliente. Come? La strategia più efficace è probabilmente quella dello storytelling, ovvero del racconto persuasivo. È un racconto che deve coinvolgere il cliente. Per realizzarlo è necessario mettersi nei panni del cliente stesso, inserirsi cautamente nella sua mente e ragionare al suo posto, risolvendo dubbi e domande, esponendo pro e contro. In tutto questo, è fondamentale descrivere le modalità e gli strumenti, al fine di incrementare le possibilità di vendita e l’indice di gradimento dei contenuti proposti.
La realizzazione della descrizione è compito del content manager: egli utilizza il layout della pagina come meglio opportuno e si rende disponibile a interfacciarsi con il pubblico, per rispondere a commenti e fornire informazioni.

Fase dell’acquisto: momento catartico tra ripensamento e persuasione

Quando un cliente si convince dell’acquisto, cosa deve fare e quanto può sperare che davvero quest’ultimo arrivi tra le sue mani? È una domanda che molto spesso gli utenti si pongono.

In primo luogo, è fondamentale che il sito presenti in modo chiaro e preciso le politiche di spedizione e offra diverse possibilità di pagamento. In seguito alla lettura di questo, sicuramente il cliente si sarà rassicurato, la sua fiducia nei confronti della serietà dell’attività senza dubbio subirà una crescita esponenziale.

realizzazione sito e-commerce

Per finalizzare l’acquisto online, apportare modifiche al carrello o inserire i datti di pagamento, la maggior parte delle volte è richiesta all’utente la registrazione via e-mail – sebbene egli possa utilizzare l’autenticazione tramite social e servizi a cui è già iscritto.

La realizzazione di un proprio store online è facilmente effettuabile ma, per gli utenti meno esperti o privi di tempo da destinare a tale attività, possono rivolgersi a una web-agency che affidi le fasi di realizzazione e gestione al proprio personale, in modo da accertarsi che tutto sia gestito adeguatamente. Per qualsiasi richiesta in merito, contatta la nostra agenzia.