Se sei arrivato su questo articolo, probabilmente sei interessato a conoscere tutte le opportunità che può offrirti un e-commerce. Questo strumento, infatti, è particolarmente utile per migliorare le entrate di attività online e offline, vista la sua capacità di raggiungere clienti in tutto il mondo, ma in fase di progettazione bisogna prestare attenzione ad obiettivi e target specifici, per evitare che l’investimento abbia un ritorno ragionevole. Vendere online potrebbe sembrare un’attività facile agli occhi dei non addetti ai lavori, ma in realtà richiede studio costante di trend, novità e dati.
Anno dopo anno i comportamenti di acquisto online degli utenti si evolvono, si affinano e dettano necessità che bisogna essere pronti a recepire, se si vuole offrire un’esperienza unica e funzionale al proprio pubblico. Se fino a poco tempo fa, infatti, l’acquisto tramite piattaforme online era prerogativa principalmente degli utenti più giovani, oggi anche i non nativi digitali riescono con successo a completare le transazioni, complice anche una più ampia diffusione dei dispositivi mobili. Importantissimo è dunque curare gli aspetti di presentazione prodotti e dell’user experience della piattaforma di vendita: ogni target deve essere guidato in maniera adeguata durante il processo di acquisto.


L’evoluzione dell’e-commerce il futuro degli acquisti online 

In soli 10 anni il mercato online ha avuto un incremento davvero notevole grazie all’avvento dell’e-commerce, un fenomeno in forte crescita grazie allo sviluppo di nuove tecnologie. Se guardiamo indietro, alla prima decade degli anni 2000, il sistema più utilizzato e conosciuto per comprare e vendere online era sicuramente Ebay; grazie a questa piattaforma, i nativi digitali (e non) hanno potuto iniziare a tastare con mano la comodità di comprare direttamente da casa propria. Questa esperienza digitale con il tempo ha cambiato radicalmente le nostre abitudini di consumatori, spingendoci a valutare anche alternative ai negozi fisici, che mostravano il limite di non poterci far confrontare velocemente prezzi o reperire un oggetto non presente nella grande distribuzione. Facendo un salto in avanti e analizzando la situazione attuale, ci rendiamo conto come tante altre piattaforme di vendita online abbiano sostituito o affiancato i primi modelli di e-commerce, con Amazon che si conferma colosso del settore. Se analizziamo più a fondo però la situazione, ci rendiamo conto di come anche e-commerce verticali (che trattano una sola tipologia di prodotto o settore) stanno spopolando e permettono agli utenti di fare ricerche mirate per tipologia di prodotto. L’acquisizione di una maggior sicurezza di acquisto e di una maggior mobilità all’interno di queste piattaforme, ha portato lo shopping online ad un livello più alto.

Ma qual è il motivo per il quale l’e-commerce è diventato così importante?

La dimensione social ha influito notevolmente sul modo in cui i prodotti vengono presentati. I contenuti multimediali consentono di mostrare tutte le sfaccettature di un dato prodotto e possono reindirizzare ad una pagina d’acquisto o ad una landing page in maniera semplice, facendo in modo che l’utente possa interagire direttamente con il contenuto. Negli anni si è sviluppata la possibilità di confrontare prodotti e acquistare direttamente da tablet e smartphone navigando tra vari siti e applicazioni in modo semplice. Attraverso lo shopping mobile è possibile coinvolgere quotidianamente i propri clienti e promuovere vendite tramite notifiche push, caratteristiche delle app e non delle piattaforme di e-commerce sul desktop. L’ottimizzazione del commercio mobile ha contribuito a dare un enorme impatto sul modo in cui le aziende si connettono ai loro consumatori.


L’E-commerce del 2020: come rendere l’esperienza più reale?

Il continuo sviluppo di nuove tecnologie permette a molte aziende che lavorano con il web di tenere in considerazione le abitudini di consumo e ricerca dei loro clienti, indirizzandoli nel percorso di acquisto. Il ruolo del consumatore diventa centrale e con uno studio accurato sarà possibile stabilire quanti e quali canali di vendita saranno necessari per una maggior copertura social. Per offrire un buon servizio ai propri utenti, ogni azienda dovrà tener conto di determinati trend che gli garantiranno un maggior successo.

  1. Realtà Virtuale e Aumentata
    Se è vero che ormai tutti compriamo online, è anche vero che spesso ci manca il coinvolgimento dei sensi primari e dell’interazione con le persone e il contatto con i prodotti. Molte sono le aziende che sfruttano AR e VR per mostrare al meglio i prodotti, e per renderli meno statici. Attraverso realtà virtuale e la realtà aumentata gli oggetti diventano più tangibili.
  1. Customizzazione assoluta
    Per un efficiente processo d’acquisto, è necessaria una customizzazione assoluta della piattaforma di vendita. Bisogna adeguare un prodotto alle esigenze di pubblici specifici che hanno dimostrato di avere abitudini in comune. Tutto si fonda sul desiderio del cliente di ottenere una risposta (implicita o esplicita) pronta a qualsiasi sua esigenza. Per effettuare una customizzazione completa sono necessarie determinate risorse computazionali; algoritmi, analisi della abitudini e preferenze degli utenti.
  1. Contenuti video
    Il web lavora molto sulla fruizione di contenuti visuali. Il vantaggio nell’utilizzare questa tipologia di contenuti consiste nel giocare molto sulla dimensione visiva dei prodotti. Nel contesto delle strategie di marketing i video sono sempre più importanti, dato che riescono a focalizzare l’attenzione dei possibili clienti in modo veloce e immediato. Buona parte dei testi nel social commerce saranno rimpiazzati dai video. I possibili acquirenti sono più propensi ad effettuare un acquisto dopo aver valutato un prodotto in un video.
  1. Automazione servizi clienti
    Il servizio di assistenza clienti è molto importante per quanto riguarda l’e-commerce. In molte aziende online i bot supportano h24 i consumatori nel loro processo di acquisto occupandosi di fornire informazioni o rispondere a quesiti tramite chat. Un customer service efficiente è uno dei pilastri su cui si fonda il successo di ogni business.
  1. UX e UI per mobile
    Se fino a poco tempo fa cercavamo i prodotti sul mobile ma poi terminavamo l’acquisto su desktop, oggi con l’ottimizzazione della User Experience Mobile di siti e app, riusciamo a comprare direttamente dallo smartphone. La maggior parte del traffico deriva dai dispositivi mobili, proprio per questo Google suggerisce di pensare prima a gestire meglio i contenuti e le esperienze sul mobile rispetto a quelle sul pc. Basti pensare alla comodità di app o i siti che ci inviano notifiche push per avvisarci di eventuali promozioni o per ricordarci qualcosa. Ottimizzare la parte di usabilità e di interfaccia grafica permetterà di fidelizzare al meglio i clienti.
  1. Logistica
    Per la buona riuscita del business e-commerce, la logistica è essenziale. Una tendenza che si affermerà nei prossimi anni è la consegna in giornata. Il cliente avrà sempre più la necessità di ritirare subito la merce evitando spese di spedizione.

 

Settori in cui l’e-commerce investirà maggiormente nel 2020

In poco tempo il digitale ha radicalmente cambiato il modo di fare business portando il web marketing sempre più a specializzarsi. Nelle grandi città, sempre più persone non hanno tempo di fare la spesa, i food delivery aiuteranno a sopperire a questa mancanza, intercettando il bisogno di un gran numero di persone. A tal proposito, il cibo sarà senza dubbio il business che avrà più successo nel 2020. Molti altri saranno però i settori con un alto numero di investimenti per quanto riguarda il commercio online; informatica, beauty, turismo, moda, design e arredamento d’interno.
Se hai bisogno di maggiori informazioni o non sai come realizzare un sito ecommerce, contattaci, insieme troveremo la soluzione migliore per il tuo business.