In questi giorni così complessi sono state tante le iniziative di solidarietà che sono nate per far fronte all’impellente necessità di rimanere in contatto, anche se in versione digitale.
Moltissime realtà, in prima linea l’AgID, si sono fin da subito mobilitate per facilitare i processi di trasposizione digitale delle nostre attività quotidiane e di quelle delle aziende.
Se da un lato era chiaro a tutti anche prima del coronavirus che l’Italia deve muoversi sempre di più verso la digitalizzazione, oggi è quanto mai necessario apprendere quali sono le soluzioni che possono giovare in maniera concreta ai processi produttivi.

In questo articolo vi proponiamo una carrellata di iniziative che in questi giorni ci hanno piacevolmente colpito e che crediamo possano esservi utili!
Intanto l’hashtag #iorestoacasa è stato accolto in maniera condivisa dalla penisola, e tanti sono i contribuiti che possiamo vedere sui social di professionisti e aziende, ma anche semplici utenti, che creano contenuti per continuare a rimanere in contatto.

Solidarietà Digitale – AgID

L’iniziativa “Solidarietà Digitale”è stata promossa dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione che assieme ad AgID che si impegna ad aiutare l’Italia sotto un punto di vista sociale ed economico durante l’emergenza coronavirus. Sul sito ufficiale AgId potrete trovare tutti servizi gratuiti messi a disposizione.

Soluzioni digital per lo Smart Working

Molte aziende si sono ritrovate improvvisamente a dover adottare lo smart working con la consapevolezza di non averlo mai fatto prima e di non sapere bene come organizzare i processi lavorativi. Interessante il contributo di Digital 360 che ha lanciato una serie di contenuti del webinar “Smart working ai tempi del Coronavirus: la testimonianza delle aziende e come trasformarlo in cambiamento reale” per la formazione dei dipendenti in materia di smart working.

E-learning ed istruzione digitale

Grazie alle possibilità di formazione digitale, o e-learning, in questi giorni stiamo assistendo a una presa di consapevolezza importante da parte di chi si occupa di formazione tradizionale. E la lezione più bella ci arriva proprio dal mondo della scuola! Tutti in aula, ma dalle proprie case. Una risposta davvero attiva da parte di insegnanti e studenti che si sono subito trovati a comunicare in un nuovo modo.

Per facilitare il lavoro degli insegnanti, il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione sulla propria pagina web un webinar formativo per docenti dedicato alla didattica a distanza per mandare avanti l’istruzione in Italia nonostante la chiusura delle scuole. Nelle risorse pubblicate vengono illustrate le modalità per creare video didattici digitali, come si utilizza il cloud e soluzioni per i dirigenti scolastici.Sono stati più di 2000 i docenti che hanno partecipato al webinar testimoniando la volontà di mandare avanti l’istruzione in Italia.

Anche Amazon, insieme a Codemotion, si è subito mossa per aiutare gli insegnanti a mandare avanti il proprio lavoro come educatori. Grazie ad un webinar gratuito rivolto agli insegnati delle scuole, gli studenti potranno avvicinarsi in maniera più semplice alle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). I corsi sono dedicati ad approfondire le tecniche di Creative Learning e Coding da applicare alla didattica.

Informazione e intrattenimento

L’editoria, grande fonte di compagnia e informazione, si è mossa per aiutare tutti gli italiani in un momento mai vissuto prima.

Gruppo Mondadori, ad esempio, offre abbonamenti gratuiti per assicurare la letture di riviste in formato digitale.

Il progetto Solidarietà Digitale ha garantito l’abbonamento gratuito a diversi quotidiani come La Repubblica, La Stampa, i diversi magazine di Gruppo Mondadori e molto altro per garantire intrattenimento e informazione a tutti in maniera libera e inclusiva.

Non è finita qui. Ad aiutarci a distrarci sono stati messi a disposizione servizi per la visone di film permettendoci di passare momenti piacevoli in casa. Il portale The Film Club del gruppo Minerva Pictures, con l’obiettivo di dare una tregua rilassante a tutti i cittadini che adesso si ritrovano in casa, ha messo a disposizione 100 film gratuiti. Basta registrarsi al portale sul sito di The Film Club per accedere al loro archivio di film. Anche la Cineteca di Milano ha contribuito offrendo ai cittadini di tutta italia la possibilità di accedere al loro patrimonio di film attraverso la Videoteca di Morando, basta registrarsi tramite il sito web ufficiale di Cineteca di Milano, https://www.cinetecamilano.it/biblioteca.

Tanti sono i format di intrattenimento lanciati in questi giorni anche dalla gente comune o da influencer.

L’arte su uno schermo

Neanche il mondo della cultura si è fermato. È ancora possibile passare un sabato pomeriggio ammirando opere d’arte e collezioni storiche. Non ci credete? Beh, navigate un po’ nel Museo Egizio di Torino, che rimane aperto in versione digitale e sui social! Sul sito internet del museo possibile visitare le sale mentre sulla pagina Facebook puoi goderti un videotour guidato dal direttore Christian Greco, che ci racconta e spiega le collezioni, proprio come se fossimo in visita guidata!

Anche le Gallerie degli Uffizi hanno lanciato un’iniziativa digitale, #UffizziDecameron, per tenere compagnia e mandare avanti la cultura. Si possono trovare foto, video e minitour virtuali sui loro profili Twitter, Instagram, YouTube e sul loro sito web. È stata aperta anche una pagina Facebook dedicata per dimostrare che l’arte non si ferma, e anzi il suo potere si amplifica e arriva anche sulle piattaforme digitali.

La Pinacoteca Brera a Milano offre la possibilità di ammirare i lavori dell’arte mondiale grazie alla digitalizzazione in alta definizione per assicurare un’esperienza unica.

Raccolte fondi per gli ospedali italiani

Con i Ferragnez a capofila, in questa settimana sono state lanciate tantissime iniziative di crowdfunding per gli ospedali italiani. Il potere della comunicazione è così forte che ad oggi sono stati raccolti milioni di euro per sostenere la sanità pubblica, in prima linea nella lotta contro il virus.

Noi di Declar conosciamo bene le potenzialità del digitale, e soprattutto sappiamo che con un pizzico di solidarietà e di creatività, è possibile sentirsi vicini anche in un momento così complesso come quello che stiamo vivendo grazie agli strumenti che abbiamo per le mani!