Back to top

CRO: di cosa si tratta e quali sono gli step previsti

La CRO – Conversion Rate Optimization ha il compito di guidare l’utente a compiere l’azione per cui è atterrato sul nostro sito o l’azione che noi vogliamo che compia sul nostro sito.

La UX – User Experience è una disciplina che studia come rendere l’esperienza di un qualsiasi utente su un sito web o su una app facile, scorrevole e veloce.

Queste due discipline, che portano a uno sviluppo web e uno sviluppo app diverse, hanno dei punti in comune ma si sviluppano in metodi di lavoro molto diversi.

Per questo motivo bisognerebbe conoscere entrambe le materie: la Coversion Rate Optimization deve comprendere l’User experience per ottimizzare un sito web o un’app, e uno sviluppo in ottica UX deve applicare nozioni di CRO ben definite altrimenti si rischierebbe di applicare delle modifiche su un progetto di graphic design che, se pur ben studiate, non porterebbero ad un aumento delle conversioni.

Cosa significa sviluppare un sito web o una app in ottica CRO & UX

La Conversion Rate Optimization & User Experience si occupa di creare, gestire e monitorare una efficace strategia che porti come risultato l’ottimizzazione del tasso di conversione di un sito web senza andare ad aumentare il traffico (compito del marketing). Inoltre mira a eliminare del tutto delle criticità che potrebbero esserci nell’interfaccia e nella navigazione, sfruttando nuove possibilità e opportunità.

Lo scopo della CRO e della UX non è influenzare i visitatori per portare a una conversione: è facilitare il percorso dell’utente all’interno di un sito web per condurlo al compiere una specifica azione.

Come nasce e si sviluppa la CRO

La CRO, ovvero l’ottimizzazione delle conversioni, è nata dalla necessità di favorire in un e-commerce la generazione di contatti (lead) e di migliorare i risultati di un sito web, andando così a sperimentare in un sito alcuni contenuti variabili per determinare quali layout, testi, offerte e immagini potevano migliorare il tasso di conversione (A/B Test).

Ma come si sviluppa la Conversion Rate Optimization? Basandosi su test.

Negli esperimenti, o test, il pubblico di un sito web viene suddiviso in campioni casuali e ai diversi campioni sono mostrate versioni diverse del sito web. Per ogni campione si registra il tasso di conversione e dopo aver raggiunto un numero di conversioni statisticamente rilevante, la versione che ha registrato il più alto Conversion Rate è quella che verrà utilizzata come versione definitiva.

Ottimizzazione e tasso di conversione

L’ottimizzazione è il processo che aumenta i leads del sito o dell’app e le vendite senza investire maggiori capitali, per attirare più visitatori.

Un tasso di conversione è la percentuale di visitatori di un sito o di un app che completano un obiettivo, come stabilito in fase di strategia.

Ci sono diversi approcci per l’ottimizzazione di conversione, con due principali scuole di pensiero:

  • una scuola è più focalizzata sulla sperimentazione come un approccio per scoprire il modo migliore per aumentare la popolarità di un sito web, una campagna o di una Landing Page;
  • l’ altra scuola si concentra più sul processo di ottimizzazione:  capire il “sentimento” del pubblico e i loro feedback e creare un messaggio mirato che fa appello a quel particolare pubblico.

La CRO è, in generale, un approccio inedito e vincente nelle strategie di web marketing in cui bisogna lavorare su ogni dettaglio del tuo sito web o app per portarti conversioni ricche e qualificate.

Gli step di una CRO efficace

1. Analisi euristica di quanto stai performando

Il punto di partenza fondamentale per una strategia di CRO è l’analisi euristica delle performance del tuo sito web o app. Dai dati dei tuoi strumenti di monitoraggio (come Google Analytics) produci un report che ti permetterà di valutare le opportunità di ottimizzazione del tasso di conversione.

 

2. Obiettivi più importanti

La fase successiva alla produzione di un report sulle performance è l’individuazione degli obiettivi.

La scelta dei KPI (Key Performance Indicators) ti permetterà di capire alla perfezione cosa ottenere dalla strategia di CRO Marketing.

 

3. Marketing Automation

Utilizza software di Marketing Automation che ti permetteranno di personalizzare l’esperienza del tuo sito web in base ad ogni specifico utente.

 

4. Testing

Gli A/B Test sono strumenti che dovrai adottare quotidianamente. Offrendo diverse versioni del sito a diversi gruppi sperimentali, è possibile misurare la reazione degli utenti e scegliere quello capace farti ottenere i migliori risultati possibili.

In questo senso, lo sviluppo del sito o dell’app deve avere una continua ottimizzazione, che evolve nella pratica giorno dopo giorno.

d
Follow us